Il pedone sulle strisce ha sempre ragione

L’art. 141 nel Codice della Strada è alla base della sentenza n. 34406/19 dell’8 maggio 2019, depositata dalla IV Sezione penale della Cassazione lo scorso 29 luglio. Gli ermellini hanno così voluto sancire il principio che il pedone investito sulle strisce pedonali ha sempre ragione.

Le motivazioni vanno proprio ricercate nell’articolo su citato, che prevede “l’obbligo del conducente di regolare la velocità del veicolo in modo che (…) sia evitato ogni pericolo per la sicurezza delle persone e delle cose e ogni altra causa di disordine per la circolazione”. L’automobilista, o chiunque sia alla guida di un veicolo, è obbligato sempre a rallentare in prossimità di una segnalazione, anche se il pedone si comporta in maniera imprudente o se la visibilità è oscurata da auto parcheggiate.

“L’utente della strada – proseguono – è responsabile anche del comportamento imprudente altrui, purché questo rientri nel limite della prevedibilità.

Info - Line

Per  informazioni contattare il numero 02-823.967.22 dal Lunedì al Venerdì 9:00/13:00 - 14:00/18:00 Mail: info@fondovs.it

Altri modi per donare

Con bonifico bancario
Intestato a Fondo Vittime della Strada
BancoPosta
IBAN: IT91R0760101600000097175442

Con bollettino postale
Intestato a Fondo Vittime della Strada
Conto corrente postale n° 97175442

Il Fondo Vittime della Strada è gestito dalla AFVS - Associazione Familiari e Vittime della Strada - ONLUS, Sede Legale: Viale Abruzzi 13/A – 20131 Milano – Codice Fiscale n. 97425270150 – P.IVA 07712560965 - Fondo Vittime della Strada è un marchio registrato.