Elenio Pacini muore a 46 anni. Il giorno prima in un video: "Questa strada non è sicura"

Elenio Pacini muore a 46 anni. Il giorno prima in un video: "Questa strada non è sicura"

Ieri, 5 agosto, a Migliana, nel comune di Cantagallo, Elenio Pacini, 46 anni, ha perso la vita uscendo fuori strada e precipitando nel dirupo sottostante. Secondo quanto riferito dai vigili del fuoco, intervenuti sul posto insieme ai carabinieri, il conducente della Kia a bordo della quale viaggiava Elenio, ha perso il controllo mentre percorreva via Pertugiata ed è caduto in una scarpata di 30 metri.

Nella macchina insieme alla vittima altre tre persone, rispettivamente di 26, 30 e 38 anni, rimaste ferite e soccorse dalle ambulanze della Misericordia di Vaiano e di Vernio.

Sull’asfalto non sono rimasti segni di frenata e al momento l’ipotesi è che il conducente abbia perso il controllo dell’auto, che procedeva a forte velocità. Sono in corso gli esami per accertare le condizioni psicofisiche dell’uomo che era al volante, il più giovane dei quattro.

L’attenzione però è rivolta anche alle condizioni del tratto stradale dov’è avvenuto l’incidente. Quella strada è teatro di frequenti incidenti e lo stesso Pacini, ex consigliere comunale di Cantagallo, il giorno antecedente al sinistro aveva postato sui social un video-critica rivolto al sindaco del comune toscano per esortarlo a mettere in maggiore sicurezza la strada in questione, sprovvista in alcuni tratti di guard rail.

In realtà nel tratto dove si è verificato l’incidente, duecento metri più avanti rispetto al luogo del video-denuncia, il guard rail c’è, ma il conducente della Kia ne ha abbattuto un tratto di oltre 10 metri prima che l’auto cadesse nella scarpata sottostante. Questo apre un importante interrogativo: il guardrail che costeggia quella strada è idoneo a contenere eventuali impatti dei mezzi che vi transitano?

 

 

 


Info - Line

Per  informazioni contattare il numero 02-823.967.22 dal Lunedì al Venerdì 9:00/13:00 - 14:00/18:00 Mail: info@fondovs.it

Altri modi per donare

Con bonifico bancario
Intestato a Fondo Vittime della Strada
BancoPosta
IBAN: IT91R0760101600000097175442

Con bollettino postale
Intestato a Fondo Vittime della Strada
Conto corrente postale n° 97175442

Il Fondo Vittime della Strada è gestito dalla AFVS - Associazione Familiari e Vittime della Strada - ONLUS, Sede Legale: Viale Abruzzi 13/A – 20131 Milano – Codice Fiscale n. 97425270150 – P.IVA 07712560965 - Fondo Vittime della Strada è un marchio registrato.